Il tuo browser non supporta JavaScript!

Di cose oscure e inquietanti. Immaginario, letteratura e serie TV

Di cose oscure e inquietanti. Immaginario, letteratura e serie TV
titolo Di cose oscure e inquietanti. Immaginario, letteratura e serie TV
curatore
argomento Società, scienze sociali e politica Società e cultura: argomenti d'interesse generale
collana Shibuya
editore
formato Libro: Copertina morbida
pagine 112
pubblicazione 04/2019
ISBN 9788894477719
 
10,00
 
Difficile reperibilità
Da "It" a "It", da "Blade Runner" a "Blade Runner 2049", da "I segreti di Twin Peaks" a "Twin Peaks 3", sembra - parafrasando Robert Musil - che le "vecchie cose" siano destinate a "ritornare"... Gli ultimi decenni sono stati definiti dal primato del "post": postindustrialismo, postfordismo, postmodernità - fino a ragionare, nei nostri anni, di postserialità e postumanesimo per dare nome alle trasformazioni che hanno investito le identità e l'immaginario. Sottotraccia ai mutamenti strutturali in corso, il calco dei racconti e delle narrazioni era quello della narrativa di science fiction, dell'horror, del thriller, delle "leggende metropolitane". "Di cose oscure e inquietanti", pubblicato per la prima volta nel 1995 per Ipermedium Libri, coglieva all'alba della globalizzazione e della digitalizzazione i primi barlumi dei mutamenti in atto, individuava tracciati, evidenziava radici - nel romanzo gotico, nel noir americano, nel grande cinema di Hollywood.
 

Chi ha cercato questo ha cercato anche...

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.