Il tuo browser non supporta JavaScript!

Medicina generale

Una bussola per la sanità

Domenico Crupi, Adriano Lagostena

Libro: Copertina morbida

editore: TECNICHE NUOVE

anno edizione: 2020

pagine: 228

Nel 2011, con le conferenze di Brisbane e Montréal-Québec, è stato definito il sistema di riferimento per la determinazione, l'analisi e la valutazione dei costi e dei relativi standard in Sanità, denominato Clinical Costing. "Una bussola per la Sanità" è rivolto a coloro che desiderano apprendere e impiegare i principi fondamentali del Clinical Costing per: determinare i costi in Sanità, in modo tale da poterli impiegare per calcolare standard e tariffe; utilizzare nel concreto i costi standard e gli indicatori di benchmarking economico-sanitario, per migliorare la valutazione della gestione delle aziende sanitarie. Il primo capitolo del manuale mette in luce gli aspetti fondamentali relativi alla sostenibilità e alla gestione in Sanità, in modo da disporre degli strumenti metodologici necessari per comprendere "l'ambiente gestionale" nel quale calare il Clinical Costing. Il secondo capitolo mette in luce gli aspetti rilevanti del processo (le diverse tecniche di health ac-tivity-based costing) e della struttura (le tipologie dei centri aziendali) del metodo per determinare i costi in Sanità. Il terzo capitolo inizialmente concentra l'attenzione sul significato operativo da assegnare ai costi standard: sempre più spesso accade che si sia a favore o contro i costi standard "a prescindere", non utilizzando un approccio tecnico, ma adottando un atteggiamento da "tifosi". Di conseguenza, è necessario operare una chiarificazione del concetto in esame, per dare ai costi standard un significato utile e operativo. La seconda parte del terzo capitolo verte sull'impiego dei costi standard, in particolare sugli indicatori che permettono di elaborare validi confronti gestionali, che sono in definitiva le principali ragioni d'essere dei costi standard. In particolare, verrà presentato il sistema unbundling, l'innovazione più recente e forse più rilevante del Clinical Costing per migliorare la valutazione gestionale in Sanità. Il quarto capitolo rappresenta una sistematizzazione e una sintesi finale dei concetti e delle tecniche presentati nel manuale. "Una bussola per la Sanità" non è solo il frutto di una riflessione sulla metodica del Clinical Costing, ma si fonda sull'esperienza maturata in più di trent'anni di lavoro "sul campo"; ecco perché il manuale rappresenta soprattutto uno strumento operativo per applicare nel concreto il Clinical Costing. In particolare, il presente manuale permette di costruire una contabilità che consente non solo di evidenziare i dati sotto l'aspetto amministrativo, ma permette di "leggere" e comprendere correttamente l'organizzazione e la gestione delle aziende sanitarie, ponendo concretamente gli assistiti e le attività svolte al centro dell'attenzione del sistema informativo/decisionale.
59,90 56,91

La pratica quotidiana della speranza. Storie di guarigione

Libro

editore: MIMESIS

anno edizione: 2020

pagine: 152

Quali sono i fattori che favoriscono i percorsi positivi in situazioni che appaiono disperate, come molte esperienze esistenziali dolorose e poco comprensibili, come quelle psicotiche? Chi ha scandagliato i racconti di centinaia di "sopravvissuti" (G. Hornstein), ha indicato una risposta chiarissima: disporre di almeno una persona che creda fermamente alla possibilità della tua "guarigione". Coerentemente con questa indicazione, le speranze ragionevoli, che sono il denominatore comune dei contributi proposti in questo testo, sono sempre speranze condivise. Le testimonianze dirette (P. Deeagan, A. Hart, R. Waddingham) ne sono una conferma evidente. Il contributo del curatore, quello di K. Weingarten e quelli finali, sulle pratiche dialogiche, consentono - soprattutto ai professionisti della salute e del sociale - di avere piena consapevolezza del proprio ruolo quotidiano di partner attivi nei percorsi positivi, resistendo alle lusinghe delle teorie biologiche della sofferenza mentale, che alimentano la disperazione e il pregiudizio di inguaribilità (che è l'ultimo impalpabile muro del manicomio).
14,00 13,30

In scienza e coscienza. Cos'è successo davvero nei mesi che hanno cambiato il mondo

Annalisa Malara

Libro: Copertina rigida

editore: LONGANESI

anno edizione: 2020

pagine: 176

Codogno. Una notte in ospedale. In pronto soccorso arriva uno strano caso di polmonite. Il mattino dopo la dottoressa Annalisa Malara, anestesista, è di turno in terapia intensiva quando portano Mattia. Giovane, atletico, eppure si è aggravato di colpo e la TAC è chiara: polmonite interstiziale. Perché le terapie non funzionano? Contro cosa combatte, il corpo di Mattia? È il 20 febbraio e da poco più di un mese si ha notizia di un virus misterioso che uccide, a Wuhan. In Italia però non sta circolando e secondo il protocollo sanitario nazionale Mattia non è un soggetto a rischio. Eppure. Annalisa non perde tempo e si procede d'urgenza con un tampone. Positivo. Mattia Maestri è il primo paziente italiano a cui viene diagnosticato il Covid- 19. È in arrivo uno tsunami e dall'ospedale di Codogno hanno appena suonato la campana d'allarme. Da quel giorno la vita di Annalisa e di noi tutti è cambiata. La pandemia, che era stata prevista ma a cui nessuno era preparato, ha dilagato. Per mesi infermieri e medici come Annalisa hanno lavorato su turni massacranti, senza pause, senza risparmio, per assistere centinaia di migliaia di malati. In molti hanno perso la vita facendolo. La storia di Annalisa, dei suoi colleghi a Lodi e Codogno e di come hanno fatto scudo all'avanzata dell'epidemia è la storia di Davide e Golia: piccoli ospedali con pochi mezzi, schierati contro un mostro spaventoso. Ma è anche una storia di tenacia e competenza. Ed è, più di tutto, una storia di cura che ci riguarda tutti molto da vicino.
16,00 15,20

L'alimentazione non è competizione. Le regole per nutrirsi bene e senza pensare alle calorie, per una nuova strategia del benessere

Elena Casiraghi

Libro

anno edizione: 2020

A tutti, nel 2020, sarà capitato di avere a che fare con diete e formule più o meno «magiche» per dimagrire, per rimanere in forma. Web, social network e giornali propongono «miracoli» sempre nuovi, mettendo in gioco il nostro corpo e l'immagine che abbiamo di noi stessi. Se davvero ci teniamo all'argomento, però, il modo migliore di affrontarlo può essere quello di rivolgersi a un amico. Una persona complice, che in più magari conosce la materia alla perfezione. Questo vuole essere Elena Casiraghi, che da sempre ha vissuto lo stare bene come una vera e propria missione. Chi, dunque, meglio di lei può guidarti in un mondo simile? Il settore della nutrizione, come ogni altro, è ricco di proposte differenti. Ogni suggerimento può rappresentare una tentazione, ma la conoscenza diretta - e profonda - è l'unica arma concreta da prendere in considerazione, se davvero vogliamo affrontare questo viaggio. Il nostro corpo, del resto, è il luogo a cui inevitabilmente dovremmo tenere di più. L'alimentazione non è competizione vale come un pratico libretto di istruzioni, con piccoli grandi segreti che cambieranno in meglio la tua efficienza fisica e anche mentale. Elena Casiraghi li conosce bene, li vive e li insegna con passione estrema. Come se avesse scoperto un tesoro, che adesso vuole condividere. Con la convinzione profonda di poterti far bscoprire una felicità tutta nuova, inimmaginabile per qualcuno. Accetti la sfida? Prefazione di Linus.
17,00 16,15

Un ospedale in trincea

Renzo Rozzini

Libro: Copertina morbida

editore: MORCELLIANA

anno edizione: 2020

12,00 11,40

La medicina delle reti. Una nuova visione sistemica della malattia e della cura

Joseph Loscalzo, Edwin K. Silverman, Albert-László Barabási

Libro: Copertina morbida

editore: ABOCA EDIZIONI

anno edizione: 2020

pagine: 541

Davanti a noi c'è una nuova frontiera della medicina. Big data, genomica e approccio quantitativo all'analisi basata sulle reti possono essere usati in sinergia per permettere alla medicina di ampliare i suoi orizzonti come mai prima d'ora. Un nuovo campo della ricerca medica in rapida trasformazione, che promette di rivoluzionare sia la diagnosi che la cura delle malattie dell'uomo, viene affrontato in questo saggio attraverso i contributi dei maggiori esperti che daranno ai lettori la sintesi di quanto è stato fatto finora e di quanto ancora c'è da fare. Per lunghissimo tempo i ricercatori hanno provato a individuare i difetti molecolari delle singole patologie con l'intento di sviluppare terapie mirate per curarle, ma questo paradigma ha trascurato l'intrinseca complessità delle malattie umane e ha spesso portato a trattamenti inadeguati o a troppi effetti collaterali. Invece di forzare la patogenesi all'interno di un modello riduzionista, la medicina delle reti considera la molteplicità dei fattori che influenzano le malattie basandosi su diversi tipi di reti. Poiché la maggior parte delle componenti cellulari sono connesse le une alle altre attraverso intricate relazioni a livello metabolico e proteina-proteina, l'analisi delle reti è destinata a giocare un ruolo cruciale. A causa di queste interazioni, i difetti genici possono - attraverso una rete molecolare - influenzare l'attività di altri geni che invece non hanno difetti. Raramente, infatti, una malattia è la conseguenza di un difetto di un solo gene quanto piuttosto delle perturbazioni di questa rete.
38,00 36,10

Ombre nella mente. Lombroso e lo scapigliato

Paolo Mazzarello, Maria Antonietta Grignani

Libro: Copertina morbida

editore: BOLLATI BORINGHIERI

anno edizione: 2020

pagine: 176

Quando il giovane Carlo Dossi, esponente di spicco della Scapigliatura milanese, lesse "L'uomo delinquente" di Cesare Lombroso, ne rimase folgorato. L'opera conteneva categorie psicologiche impressionanti e osservazioni cliniche sul legame fra genio e follia. Travolto dall'infatuazione per quelle idee, Dossi scrisse subito a Lombroso esprimendogli la propria stima. Fra i due si stabilì allora uno strano legame epistolare destinato a mutare nel tempo. Dapprima Dossi, fine umorista sensibile alle bizzarrie della mente, divenne suo collaboratore a distanza con l'invio dei più disparati testi letterari segnati dalla pazzia, contributi che l'alienista prontamente utilizzava nelle sue opere. Poi Dossi sentì l'esigenza di interpellare Lombroso come medico a cui inviare informazioni sulle proprie sofferenze psichiche. Assorbite le teorie lombrosiane, Dossi si trasformò ben presto in una sorta di psichiatra in grado di formulare giudizi diagnostici, come capitò con l'opera "I mattoidi" e con un originalissimo articolo scritto per la rivista di criminologia diretta da Lombroso. Dopo vent'anni di conoscenza reciproca, soprattutto epistolare, i vari Dossi che erano mutati nel tempo (collaboratore, paziente e scrittore-alienista) si unificavano finalmente in una figura singola, che trovava nella "Grafologia" di Lombroso una sistemazione precisa accanto ad altri geni un po' matti, come Zola, Ariosto, Tolstoj e Schopenhauer. In fondo se il genio era una forma di pazzia, non doveva essere accertato, ma diagnosticato. Lo strano rapporto fra Lombroso e Dossi - che finì per influenzare profondamente entrambi - viene qui raccontato per la prima volta sulla base di un epistolario inedito e di documenti finora rimasti nell'ombra. La ricostruzione storica, da cui emergono molti dettagli spassosi, è anche il ritratto dell'esuberante atmosfera intellettuale dell'Italia ottocentesca.
15,00 14,25

Presi per la gola. Perché quasi tutto quello che ci hanno detto sul cibo è sbagliato

Tim Spector

Libro: Copertina morbida

editore: BOLLATI BORINGHIERI

anno edizione: 2020

pagine: 256

Il primo mito da sfatare, parlando di cibo, è che le linee guida e i piani dietetici siano buoni per tutti. Non è così. La verità è che siamo diversi e quello che vale per una persona non è detto che valga per tutte. Anche per questo motivo, Tim Spector ci mette in guardia contro le facili e onnipresenti «diete miracolose» che ormai a centinaia invadono le nostre vite, il più delle volte basandosi su dati scientifici a dir poco fallaci, quando non del tutto inesistenti. In realtà, più studiamo davvero la nutrizione, meno chiare sembrano le cose. È incredibile scoprire quanto poche prove valide ci siano per molte delle nostre idee più radicate sul cibo. Per questo, ogni capitolo di questo libro si pone l'obiettivo di sfatare un mito. Le calorie indicano quanto un cibo faccia ingrassare? Non proprio. La carne fa sempre male alla salute? Non è detto. Bere caffè fa male? Non sempre. I prodotti locali sono sempre i migliori e i più sostenibili? Non esattamente. Spector esplora la scandalosa mancanza di buona scienza alla base di molte raccomandazioni mediche e denuncia come l'industria alimentare domini le politiche nutrizionali degli Stati e le nostre scelte. "Presi per la gola" è un libro che ci costringe a mettere in discussione ogni programma dietetico, ogni raccomandazione ufficiale, ogni supposta cura miracolosa e ogni dettagliata etichetta alimentare, incoraggiandoci a ripensare completamente la relazione tra uomo e cibo. La dieta può essere la medicina più importante che abbiamo; c'è urgente bisogno di imparare a usarla al meglio, non solo per la nostra salute, ma anche per il futuro del pianeta.
24,00 22,80

Le malattie all'alba della civiltà occidentale

Mirko D. Grmek

Libro: Copertina morbida

editore: Il Mulino

anno edizione: 2020

pagine: 636

A livello individuale come a livello generale delle civiltà, le malattie sono tra i fattori più potenti nel forgiare il destino dell'uomo, con la capacità che hanno di influenzare l'economia, la demografia, i costumi. Sulla lotta contro le malattie, ovvero sulla medicina, non mancano gli studi. Questo libro sposta l'osservazione sulle malattie stesse: ricorrendo a ogni possibile fonte letteraria, archeologica, paleoantropologica, Grmek descrive, malattia per malattia, quale fosse il quadro delle patologie nell'antica Grecia. Anche le malattie mutano: a seconda dei contesti esterni hanno più o meno diffusione, più o meno incidenza (si pensi al diabete, inesistente di fatto prima dello sviluppo dell'apicultura).
20,00 19,00

Mestri di mont

Tito Maniacco

Libro: Copertina morbida

editore: Forum Edizioni

anno edizione: 2020

pagine: 129

«Quei bambini che mi guardavano sorridendo allegri... erano bellissimi perché emanavano dagli abiti rattoppati con cura e dagli scarpets una specie di assorta dignità che sfavillava dagli occhi e si diffondeva come un'aura intorno alla persona». È il 1956 quando un giovane maestro al suo primo incarico viene mandato a Moggessa, un paesino sperduto della Carnia allora privo di strade e di elettricità. La vita di quella piccola comunità di montagna, che pur nella completa autosufficienza avverte già i primi segni del suo imminente dissolversi di fronte all'avanzare del 'mondo grande e terribile', scorre scandita dai ritmi naturali delle stagioni. In essa spazio e tempo sono ancora a misura d'uomo. L'atmosfera che avvolge il protagonista, quando dalla pianura risale nella vallata per raggiungere la scuola, lo costringe ogni volta a una sosta, quasi un rito di purificazione necessario per entrare nel cerchio magico del villaggio e liberarsi così dai pensieri della città, dalle proprie letture e dai principi dei pedagogisti famosi che gli paiono ora così inadeguati al sentire di quei luoghi. Sarà l'incontro con l'innocenza 'non misurabile' dei bambini e con la saggezza pratica dei vecchi del paese a dare un senso alla sua missione e forse alla sua stessa esistenza.
14,00 13,30

Pandemie. Dalla Spagnola al Covid-19, un secolo di terrore e ignoranza

Mark Honigsbaum

Libro: Copertina morbida

editore: PONTE ALLE GRAZIE

anno edizione: 2020

pagine: 540

Un secolo, dieci pandemie, dalla Spagnola al Covid-19, passando per peste, AIDS, Ebola, SARS... Questo libro, aggiornato all'ultima emergenza pandemica e arricchito da una postfazione scritta appositamente per l'edizione italiana, è il racconto dell'incessante sfida tra umanità e microrganismi: un racconto talvolta terrificante, ricco di momenti in cui gli uomini danno prova di tutto il proprio coraggio e della propria intelligenza e di altri, fin troppo frequenti, in cui emerge tutta la loro fallibilità e ottusità. Perché nonostante gli incredibili progressi scientifici degli ultimi cent'anni, le pandemie ritornano, e ci colgono sempre impreparati. Nel mondo globalizzato, medicina e microbiologia non possono essere lasciate sole nello studiare e nell'affrontare le epidemie; è necessario che ecologia, antropologia, sociologia facciano sentire la propria voce e, naturalmente, che la politica si assuma le proprie responsabilità. Essere «pronti» alla prossima pandemia è forse impossibile; ripetere gli errori di ieri e di oggi sarebbe suicida.
22,00 20,90

Modelli organizzativi e performance dell'assistenza infermieristica

Milena Vainieri, Chiara Barchielli, Nicola Bellé

Libro: Copertina morbida

editore: Il Mulino

anno edizione: 2020

pagine: 328

Negli ultimi anni, molte innovazioni hanno riguardato i lavoratori della sanità e in particolare gli infermieri, che rappresentano circa il quaranta per cento dei dipendenti del Servizio Sanitario Nazionale. Queste innovazioni hanno avuto un impatto sull'organizzazione e, di riflesso, sui servizi sanitari erogati. Partendo dai risultati di una ricerca quali-quantitativa condotta in Toscana, questo volume propone alcune riflessioni sui modelli organizzativi dell'assistenza infermieristica e le loro relazioni con la percezione degli utenti e dei professionisti. Inoltre, il volume propone un sistema di indicatori di performance che, se basati sul confronto in una prospettiva interaziendale, possono fornire indicazioni utili per orientare e valutare il comportamento del personale infermieristico. Sono infine presentati alcuni casi studio sulle politiche di gestione del personale, fra cui l'allocazione delle risorse attraverso l'esperienza della Regione Veneto.
24,00 22,80

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.