Il tuo browser non supporta JavaScript!
Iscriviti alla newsletter

Medicina

Lezioni sulla tecnica

Melanie Klein

Libro: Copertina morbida

editore: Cortina Raffaello

anno edizione: 2020

pagine: 222

Lezioni sulla tecnica è costituito dal testo di sei lezioni, fi nora mai pubblicate, che Melanie Klein tenne nel 1936 agli studenti della British Psychoanalytical Society, ripetendole poi più volte negli anni successivi. Melanie Klein, che si trasferì nel Regno Unito da Berlino nel 1927, divenne presto una delle psicoanaliste più importanti, seguì il pensiero di Freud e diede un contributo cruciale alla teoria e alla pratica della disciplina. Pioniera della psicoanalisi infantile, il suo lavoro è ancora oggi largamente infl uente per gli psicoanalisti di tutto il mondo. Il libro approfondisce ciò che caratterizza la tecnica kleiniana, come questa sia cambiata negli anni e quello che l'autrice considerava l'atteggiamento psicoanalitico corretto. Il testo integrale delle sei lezioni è accompagnato da una lettura critica di John Steiner - noto a livello internazionale come uno dei più importanti psicoanalisti e autori del gruppo kleiniano. Steiner mette in luce l'importanza delle lezioni per la comprensione del lavoro di Melanie Klein e come costituiscano una lettura ancora rilevante per la psicoanalisi contemporanea.
24,00

Le competenze psicoterapeutiche

Laura Fruggeri, Francesca Balestra, Elena Venturelli

Libro: Copertina morbida

editore: Il Mulino

anno edizione: 2020

pagine: 264

La ricerca sui fattori comuni ha avuto il merito di dare un nome ai molteplici fattori aspecifici che entrano in gioco nel processo terapeutico. Ha infatti messo in evidenza come oltre alla dimensione tecnica ci siano altri elementi, intrapersonali, interpersonali e sociali che contraddistinguono una terapia efficace da una fallimentare. Essi riguardano i valori implicati nell'incontro fra terapeuta e clienti, le forme relazionali e interattive che l'incontro genera, la consapevolezza da parte del terapeuta del proprio posizionamento nel processo e il contesto socio-istituzionale. A partire da un'impostazione sistemico costruzionista, le autrici danno spessore teorico e applicativo ai dati di ricerca offerti dalla letteratura sui fattori comuni ed evidenziano una serie di competenze, alcune trasversali ai modelli, altre specifiche dell'approccio sistemico, che possono aiutare il clinico nella gestione del processo terapeutico.
23,00 21,85

Interventi a distanza in salute mentale. Usi e prospettive dei Digital Health Interventions al tempo di Covid-19

Emanuele Caroppo, Paolo Lanzotti, Luigi Janiri

Libro: Copertina morbida

editore: Alpes Italia

anno edizione: 2020

pagine: 132

L'impatto di Covid-19 sul mondo della Salute Mentale impone riflessioni importanti. Gli effetti della pandemia nel lungo periodo si attenueranno senza scomparire e i Servizi di Salute Mentale dovranno riorganizzarsi per perseguire il proprio mandato. C'è un bivio, usare le tecnologie della comunicazione in Salute Mentale o proseguire con gli assetti abituali? Covid-19 è l'occasione per considerare nuove metodologie in Salute Mentale. Bisogna prendere atto di eventi e situazioni che cambiano gli scenari in cui si è soliti muoversi e riflettere con attenzione sui prossimi passi. Si possono pianificare i dettagli di una scalata, ma il clima costringerà a ridisegnare gli itinerari. La domanda rivolta agli Operatori della Salute Mentale è: cosa vogliamo fare ora con la Telemedicina? Pensare che sia un surrogato della metodica in presenza e applicarla in modo indifferenziato o che sia una modalità con proprie regole, setting e elettive indicazioni cliniche? Questo saggio si rivolge a chi ritiene che la Telemedicina sia un'opportunità per il mondo della Salute Mentale e vorrà approfondirne aspetti tecnici e potenzialità per un suo uso clinico appropriato e consapevole.
13,00 12,35

La scienza dell'anima. La crisi epistemologica della psicoterapia tra psicologia e fenomenologia

Simone Biondi

Libro: Copertina morbida

editore: Santelli

anno edizione: 2020

pagine: 213

La psicoterapia è immersa, oggi più che mai, in una profonda crisi di fondamento epistemologico. Da una parte v'è il pensiero fenomenologico che ribadisce l'impossibilità della psicoterapia di porsi come scienza naturale mentre dall'altro, con le sue ricerche empiriche in ambito psicologico, la stessa scienza naturale fatica a trovare una risposta alla domanda che chiede intorno al principio di possibilità della psicoterapia. Questo testo si pone l'obiettivo di comprendere, tramite una genealogia storica, come si è giunti a tal punto, evidenziando quali pregiudizi noetici si sono venuti a creare.
19,99 18,99

La riflessoterapia del piede. Il metodo originale di Eunice D. Ingham® un sistema terapeutico per migliorare la salute

Dwight C. Byers

Libro: Copertina morbida

editore: Edizioni Mediterranee

anno edizione: 2020

pagine: 208

Questo manuale offre al lettore descrizioni dettagliate e indicazioni facili da seguire anche ai non esperti di trattamento manuale. L'opera contiene tutte le tecniche di manipolazione e stimolazione, sia per i piedi che per le mani, del metodo Ingham, il principale metodo di riflessoterapia oggi in uso nel mondo. Oltre a questo la nuova edizione del libro di Byers descrive anche, in relazione alla riflessoterapia, l'anatomia e la fisiologia dei sistemi del corpo, i processi patologici e le aree di corrispondenza fra la parte superiore e inferiore del corpo e le estremità. Contiene la mappa a colori delle zone riflesse dei piedi e delle mani. Il particolare massaggio plantare è definito anche terapia zonale: i punti del piede sono in relazione energetica con organi interni ed apparati dell'organismo. Trattando così le estremità si stimolano organi interni e apparati corrispondenti. Esistono varie tecniche di manipolazione su diverse parti del corpo ma il trattamento dei piedi probabilmente produce un rilassamento maggiore. Come spiega l'Autore, sappiamo per certo che i pazienti trattati con la reflessologia si sentono meglio, hanno maggiore funzionalità e ottengono spesso un miglioramento dei disturbi fisici e psicosociali. Esistono 7.200 terminali nervosi in ogni piede. Forse questo più di ogni altro fattore spiega perché ci sentiamo così bene dopo questi trattamenti: i terminali nervosi delle estremità hanno estese interconnessioni, tramite il midollo spinale e il cervello, con tutte le parti del corpo. E i risultati sui pazienti ci dicono che i piedi sono una fonte inesauribile di preziose opportunità per diminuire la tensione e migliorare la salute. I piedi si trovano all'estremità finale del corpo, il punto più lontano dal cuore. Il sangue e la linfa devono risalire lungo gli arti contro la forza di gravità e spesso i liquidi ristagnano causando gonfiori, cattiva ossigenazione dei tessuti e insufficiente eliminazione delle scorie. Tutto questo può produrre un addensamento del sangue che ostacola ulteriormente la circolazione provocando ulteriori problemi di salute. Come spiega l'Autore Byers, con la riflessoterapia si riscontrano benefici principalmente su tre piani: decongestiona, elimina le infiammazioni e scarica i blocchi. Attraverso la sua azione graduale l'organismo ripristina il normale equilibrio energetico e ritrova la salute del corpo e della mente. L'azione contro congestioni e infiammazioni rende questa terapia naturale utilissima per trattare patologie croniche come cistiti e gastriti, problemi di digestione in generale e artrosi. Agendo con successo sugli stati d'ansia e stress, la riflessologia ottiene ottimi risultati anche su pazienti che desiderano smettere di fumare. Le tecniche del metodo Ingham non hanno controindicazioni, possono essere abbinate ad altre terapie alternative o affiancare i metodi di medicina convenzionale. Questo manuale contiene anche la mappa dettagliata delle zone riflesse delle estremità del corpo.
19,50 18,53

Un ospedale in trincea. Diario dalla pandemia

Renzo Rozzini

Libro: Copertina morbida

editore: MORCELLIANA

anno edizione: 2020

pagine: 128

«In queste pagine ho provato a mettere in ordine, per quanto possibile, gli appunti che ogni sera ho scritto nei mesi di marzo e aprile 2020, i mesi del "Covid-19", quando l'onda epidemica dell'infezione da nuovo coronavirus SARS-CoV-2 ha raggiunto il mio ospedale. Ho scritto ogni giorno, a casa, la sera tardi, spinto dalla necessità, e dopo giornate faticose quasi sempre dolorose. Ho scritto per far sedimentare i numerosi pensieri della giornata, obbedendo all'urgenza di inserirli in un contesto e di trovar loro la dignità di un senso. Ho scritto anche per testimoniare. Le poche inffirmazioni dal mondo fuori che durante quei mesi intercettavo mi restituivano pochezza di affermazioni e il sempre più radicato sospetto che fuori si sapesse ben poco di quel che stava accadendo dentro».
12,00 11,40

L'io narciso. Dalla mitologia alla realtà dei nostri giorni

Pier Luigi Baldi

Libro: Copertina morbida

editore: Unicopli

anno edizione: 2020

pagine: 163

Il nucleo centrale del testo è di carattere narrativo e consiste nella descrizione delle vicende di un caso "paradigmatico" di narcisismo patologico, totalmente frutto di fantasia. Il protagonista del racconto assomma in sé le caratteristiche salienti del disturbo narcisistico di personalità, elencate nella quinta edizione del Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali (DSM-5), pubblicazione di riferimento per psichiatri e psicologi clinici, edito nel 2013 dall'American Psychiatric Association, e pubblicato in lingua italiana l'anno successivo. I restanti capitoli del libro gravitano attorno al succitato racconto e sono stati pensati in funzione di un opportuno inquadramento del concetto di narcisismo nel suo declinarsi nel corso di più di un secolo di elaborazione teorica e di pratica clinica: agli sviluppi di tale concetto, a cui il pensiero psicoanalitico ha fornito un contributo fondamentale, è dedicato il III capitolo. Il testo si apre con l'esposizione del mito di Narciso, inserita in una cornice storico-mitologica, che mette in luce, tra l'altro, il susseguirsi di studi sulla mitologia e su ciò che essa ha significato per intere comunità, dalla classicità greco-romana ai giorni nostri. Altre tematiche trattate riguardano le radici culturali e sociali del narcisismo, entro cui viene dato spazio al dibattito sugli eventuali aspetti narcisistici del nostro stile di vita, dibattito che si è radicalizzato al punto da spingere alcuni ricercatori a sostenere che la nostra società sarebbe contagiata da un'epidemia di narcisismo. Il quinto e ultimo capitolo riporta i dati di due mie ricerche (di cui una in collaborazione) sulle dinamiche narcisistiche di due ampi gruppi di studenti universitari, da cui emerge una chiara tendenza verso atteggiamenti e comportamenti non narcisistici.
16,00 15,20

La medicina delle reti. Una nuova visione sistemica della malattia e della cura

Joseph Loscalzo, Edwin K. Silverman, Albert-László Barabási

Libro: Copertina morbida

editore: ABOCA EDIZIONI

anno edizione: 2020

pagine: 541

Davanti a noi c'è una nuova frontiera della medicina. Big data, genomica e approccio quantitativo all'analisi basata sulle reti possono essere usati in sinergia per permettere alla medicina di ampliare i suoi orizzonti come mai prima d'ora. Un nuovo campo della ricerca medica in rapida trasformazione, che promette di rivoluzionare sia la diagnosi che la cura delle malattie dell'uomo, viene affrontato in questo saggio attraverso i contributi dei maggiori esperti che daranno ai lettori la sintesi di quanto è stato fatto finora e di quanto ancora c'è da fare. Per lunghissimo tempo i ricercatori hanno provato a individuare i difetti molecolari delle singole patologie con l'intento di sviluppare terapie mirate per curarle, ma questo paradigma ha trascurato l'intrinseca complessità delle malattie umane e ha spesso portato a trattamenti inadeguati o a troppi effetti collaterali. Invece di forzare la patogenesi all'interno di un modello riduzionista, la medicina delle reti considera la molteplicità dei fattori che influenzano le malattie basandosi su diversi tipi di reti. Poiché la maggior parte delle componenti cellulari sono connesse le une alle altre attraverso intricate relazioni a livello metabolico e proteina-proteina, l'analisi delle reti è destinata a giocare un ruolo cruciale. A causa di queste interazioni, i difetti genici possono - attraverso una rete molecolare - influenzare l'attività di altri geni che invece non hanno difetti. Raramente, infatti, una malattia è la conseguenza di un difetto di un solo gene quanto piuttosto delle perturbazioni di questa rete.
38,00 36,10

Ombre nella mente. Lombroso e lo scapigliato

Paolo Mazzarello, Maria Antonietta Grignani

Libro: Copertina morbida

editore: BOLLATI BORINGHIERI

anno edizione: 2020

pagine: 176

Quando il giovane Carlo Dossi, esponente di spicco della Scapigliatura milanese, lesse "L'uomo delinquente" di Cesare Lombroso, ne rimase folgorato. L'opera conteneva categorie psicologiche impressionanti e osservazioni cliniche sul legame fra genio e follia. Travolto dall'infatuazione per quelle idee, Dossi scrisse subito a Lombroso esprimendogli la propria stima. Fra i due si stabilì allora uno strano legame epistolare destinato a mutare nel tempo. Dapprima Dossi, fine umorista sensibile alle bizzarrie della mente, divenne suo collaboratore a distanza con l'invio dei più disparati testi letterari segnati dalla pazzia, contributi che l'alienista prontamente utilizzava nelle sue opere. Poi Dossi sentì l'esigenza di interpellare Lombroso come medico a cui inviare informazioni sulle proprie sofferenze psichiche. Assorbite le teorie lombrosiane, Dossi si trasformò ben presto in una sorta di psichiatra in grado di formulare giudizi diagnostici, come capitò con l'opera "I mattoidi" e con un originalissimo articolo scritto per la rivista di criminologia diretta da Lombroso. Dopo vent'anni di conoscenza reciproca, soprattutto epistolare, i vari Dossi che erano mutati nel tempo (collaboratore, paziente e scrittore-alienista) si unificavano finalmente in una figura singola, che trovava nella "Grafologia" di Lombroso una sistemazione precisa accanto ad altri geni un po' matti, come Zola, Ariosto, Tolstoj e Schopenhauer. In fondo se il genio era una forma di pazzia, non doveva essere accertato, ma diagnosticato. Lo strano rapporto fra Lombroso e Dossi - che finì per influenzare profondamente entrambi - viene qui raccontato per la prima volta sulla base di un epistolario inedito e di documenti finora rimasti nell'ombra. La ricostruzione storica, da cui emergono molti dettagli spassosi, è anche il ritratto dell'esuberante atmosfera intellettuale dell'Italia ottocentesca.
15,00 14,25

La regolazione del terapeuta. Interventi somatici per gestire il controtransfert

Maria Puliatti, Kekuni Minton

Libro: Copertina morbida

editore: MIMESIS

anno edizione: 2020

pagine: 184

Il lavoro di psicoterapeuta porta al confronto costante con situazioni di dolore e angoscia. Nonostante il terapeuta sviluppi una soglia di tolleranza elevata nei confronti di situazioni che occasionalmente o cronicamente possono mettere a repentaglio il suo equilibrio psicologico, nondimeno il rischio di essere seriamente coinvolto nelle esperienze traumatiche delle persone che supporta deve essere tenuto in considerazione. Questo libro dal taglio pratico si presenta come un workbook per terapeuti, identificando le proprie difficoltà con i pazienti, riconoscendo i segnali di allarme, e utilizzando strategie regolatorie per proteggersi e gestire il controtrasfert.
18,00

Il tempo nel corpo. Attivazioni corporee in psicoterapia

Genovino Ferri

Libro: Copertina morbida

editore: Alpes Italia

anno edizione: 2020

pagine: 268

Il libro mette in chiaro un tema attuale della psicoterapia analitica: come andare nel tempo del profondo che si affaccia nei setting, poliedrico, complesso, da più luoghi dell'inconscio, da più relazioni nella storia della persona, esso ha connotazioni mutevoli, non ordinate, spesso co-presenti nel qui ed ora. Quale filo rosso allora nel setting per scendere nella profondità del tempo analitico, riemergere in superficie e non smarrirsi-confondersi nella narrazione? L'autore incardina il tempo nel corpo, nei luoghi periferici che sono stati i primi riceventi delle relazioni oggettuali nelle fasi evolutive. Un'attenta linea guida, indicata per accedere all'inconscio corporeo, è la proposizione di attivazioni psicocorporee, movimenti corporei filo-ontogenetici, neuroscientificamente stratificati nel tempo delle fasi evolutive, comuni a tutti gli individui, agiti proprio sui luoghi corporei relazionali dalla persona nel setting. Esse svelano corporalmente i vissuti analitici depositati nei vari appartamenti dell'edificio della nostra personalità, abitati fin dalla vita intrauterina; esse rivelano corporalmente afferenze terapeutiche preziose per completare una psicoterapia analitica.
22,00 20,90

Pestare i piedi all'anima. L'offesa nelle relazioni significative

Libro

editore: FRANCO ANGELI

anno edizione: 2020

Nella dimensione dello spazio affettivo intimo, in cui rientrano le relazioni significative, offendere è come pestare i piedi all'anima e la grandezza dell'offesa dipende dalla posizione che occupa, all'interno del nostro spazio relazionale, chi ci offende. Il tema del perdono ha già un'ampia bibliografia, ma questo volume lo affronta da un punto di vista nuovo: il suo focus riguarda ciò che il perdono dovrebbe sanare, ovvero il concetto di offesa. Questo lavoro è, di fatto, un "prequel": ci descrive cosa c'è prima del perdono, quindi l'antefatto. E lo fa con un interessante taglio clinico e con contributi provenienti da differenti modelli di ricerca e terapia tra cui la teoria dell'attaccamento, la compassion focused therapy e la psicologia evoluzionista. E, nell'ampio territorio dell'offesa, gli autori selezionano le relazioni significative: genitori, figli, fratelli, partner. L'offesa viene perciò intesa come un danno morale, come un'invalidazione, come un danno all'integrità psicofisica e alla dignità della persona, come una ferita dolorosa e, al bivio tra perdono e vendetta, gli autori ne descrivono sia gli ingredienti essenziali sia le forme che assume nelle diverse relazioni.
29,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento