Il tuo browser non supporta JavaScript!

Cinema, televisione e radio

Georges Simenon. La letteratura al cinema

Libro: Copertina morbida

editore: Marsilio

anno edizione: 2020

pagine: 160

L'universo letterario di Georges Simenon ha sempre rivelato una vicinanza profonda con il mondo del cinema. Una reciprocità composita e appassionata, ancorché discontinua e irregolare. A sua volta, il cinema non ha mancato di ricambiare tale coinvolgimento. Tutt'altro. L'infinita serie di adattamenti dalle sue opere rappresenta la prova maggiormente tangibile di questo interesse, con un numero di fatto non definibile di trasposizioni, film e serie televisive dedicati ai romanzi di Simenon. Ma questo è solo l'aspetto più conclamato di una vicinanza che trova radici molteplici e per molti versi inattese. Georges Simenon è stato definito «il miglior regista francese» per la forza dei dialoghi e delle strutture narrative dei suoi romanzi. Questo volume vuole essere l'occasione per osservare, accanto alla fondamentale propensione letteraria dell'autore, le sue evidenti affinità e contaminazioni con l'ambito cinematografico. Scritti di: Giovanna Angeli, Giovanni Borriero, Adone Brandalise, Denis Brotto, Roberto Chiesi, Geneviève Henrot Sostero, Alessandro Perissinotto, Andrea Rabbito, Franco Rella, Giorgio Tinazzi.
16,00

Un'ambigua leggenda. Cinema italiano e Grande Guerra

Giaime Alonge

Libro: Copertina morbida

editore: Il Mulino

anno edizione: 2020

pagine: 184

A oltre cent'anni di distanza, la Prima guerra mondiale continua a essere fonte d'ispirazione per la cinematografia internazionale. Nel cinema italiano il conflitto del 1915-18 ha avuto però fortune alterne. Durante il ventennio mussoliniano, la nostra industria cinematografica si avvicina di rado al tema, sebbene il fascismo fosse sorto proprio dall'esperienza bellica. E anche dopo il 1945 il nostro cinema ha avuto un interesse solo rapsodico per quegli eventi, con alcune importanti eccezioni come «La grande guerra» di Mario Monicelli (1959) e «Uomini contro» di Francesco Rosi (1970). Il libro ripercorre il filo di una relazione difficile, dagli anni in cui il conflitto è ancora in corso sino ai nostri giorni: una lettura inedita di una delle stagioni più tragiche del Novecento e, insieme, una riflessione originale sulle potenzialità e i limiti della più popolare forma di intrattenimento del «secolo breve».
17,00

Mondo Miyazaki. Una vita nell'arte

SUSAN NAPIER

Libro

editore: Dynit Manga

anno edizione: 2020

pagine: 320

Susan Napier, studiosa di cultura e animazione giapponese dell'università Tufts, esplora la vita e l'arte di uno dei più grandi registi d'animazione di tutti i tempi. In un'analisi accurata e rigorosa di tutta la filmografia di Hayao Miyazaki, l'autrice ne mette in evidenzia alcune tematiche ricorrenti.
22,00

Dal libro al film

Pino Farinotti

Libro: Copertina morbida

editore: LEIMA Edizioni

anno edizione: 2020

pagine: 416

Il rapporto tra cinema e letteratura, sempre più intenso, mai banale, spesso tormentato, viene qui indagato attraverso una serie di interventi ? recensioni di film, di romanzi, con un occhio anche alla produzione teatrale contemporanea ?, già apparsi su alcune testate nazionali a firma di Pino Farinotti. Attraverso questi interventi diversi per respiro e occasione, Farinotti porta avanti sotto testo una riflessione che questa selezione di scritti mette in luce, e che, a partire dal cinema, finisce per investire le grandi questioni della letteratura e della narrazione. Così ricorrono, accanto ai protagonisti delle ultime produzioni cinematografiche degne di nota, i nomi dei mostri sacri del cinema (Hitchcock fra tutti), degli scrittori più amati (da Steinbeck, a Roth, ma anche l'italianissimo Manzoni), e i titoli dei libri che più con il cinema hanno trafficato.
20,00

Creare scenografie digitali. Storia, strumenti e tecniche di matte painting

Lorenzo Moneta

Libro: Copertina morbida

editore: Audino

anno edizione: 2020

pagine: 176

Com'è stata realizzata la vista di Londra dall'alto mentre Mary Poppins plana sulla città con il suo ombrello? E l'immagine della Statua della Libertà nella scena finale del "Pianeta delle scimmie"? Non sono in tanti a saperlo, ma molti degli sfondi e delle scenografie di maggior impatto visivo nel cinema recente e del passato sono in realtà illustrazioni di piccole dimensioni che creano un'illusione di grandezza grazie alla tecnica del matte painting. Dal taglio fortemente pratico, "Creare scenografie digitali" spiega il funzionamento di questa particolare tecnica e le problematiche a essa connesse e si propone come una sorta di laboratorio, con esercitazioni che permettono al lettore di realizzare, passo dopo passo, il suo matte painting, grazie ai materiali messi a disposizione sul sito dell'editore. Scritto in uno stile semplice e diretto, questo libro e? una lettura adatta sia agli esperti del settore che ai giovani che vogliono avvicinarsi a una professione che, già consolidata nel cinema straniero, sta emergendo negli ultimi anni anche in Italia nelle industrie di entertainment che si occupano di film, serie televisive e videogame.
20,00

L'arte della visione. Conversazioni con Goffredo Fofi e Gianni Volpi

Federico Fellini

Libro: Copertina morbida

editore: DONZELLI

anno edizione: 2020

pagine: 120

Frutto di una serie di conversazioni condotte nel 1993 da Gianni volpi e Goffredo Fofi, che firma oggi una nuova introduzione, "L'arte della visione" costituisce una sorta di confessione di Fellini sulla vita e sul cinema, che a oltre vent'anni dalla scomparsa del regista acquista ancora più valore. Nel suo studio di corso d'Italia, Federico Fellini ricevette a più riprese Goffredo Fofi e Gianni volpi per quest'ampia intervista, destinata a rimanere memorabile. Il tema delle conversazioni non è tanto il cinema di Fellini, quanto il cinema in generale, che, come sosteneva Fellini, si era preso tutta la sua vita. Alla presenza dei suoi insoliti intervistatori, il grande regista si lascia andare a una sequenza di ricordi, divagazioni, riflessioni su sé stesso e la sua arte. Come scrive volpi nelle sue considerazioni introduttive, «passava con sovrana nonchalance da Kafka a Jung, da Rossellini a Calvino. In certe affascinanti, lunghe risposte legava sapientemente progetti, visioni, letture le più diverse». Un fascino con cui Fellini sapeva sedurre tutti i suoi interlocutori, e dietro il quale, come sottolinea Fofi, si scorgeva la straordinaria capacità di indagare l'animo umano: «non sono molti gli artisti che si sono spinti così a fondo nel raccontarci chi siamo, noi italiani, come siamo e come ragioniamo. Il "carattere degli italiani", su cui tanti in passato hanno discusso, chi più e meglio di Fellini ha saputo mostrarcelo, soprattutto negli ultimi film, quelli più malinconici, conquistando man mano tonalità e profondità che oso definire leopardiane?». Il volume è impreziosito da alcuni brevi commenti di Fellini ai suoi film, che su indicazione del regista stesso avrebbero dovuto corredare il testo, nonché dai brani di alcune interviste a registi americani, o europei attivi in America, e da un inserto di fotografie realizzato insieme all'istituto Luce.
18,00

Dietro le quinte

Settimio Colangelo

Libro: Copertina morbida

editore: Santelli

anno edizione: 2020

pagine: 150

Come funziona il mondo dello spettacolo? Chi ne muove i fili? Cosa succede quando il sipario cala? Settimio Colangelo, noto manager di alcuni dei più grandi artisti e attori del panorama italiano, svela i segreti del settore dello spettacolo. Avventure e riti scaramantici, misteri e curiosità, cadute e conquiste, ma anche aneddoti su vari VIP svelati da uno dei pilastri di questo mondo: Colangelo ha vissuto in prima persona, sin da giovane, tutto quello che si cela dietro gli schermi, fino a diventarne protagonista. Cinema, spettacolo e televisione arrivano così alla portata di tutti i curiosi, gli addetti e gli artisti, visti con l'occhio di chi ci sta dentro e che offre anche importanti consigli e riflessioni. Insieme alle voci di Maurizio Mattioli, Andrea Roncati e Mara Venier si scoprirà finalmente cosa accade "Dietro le quinte". Prefazione di Mara Venier.
14,90

Pasolini Warhol 1975

Alessandro Del Puppo

Libro: Copertina morbida

editore: MIMESIS

anno edizione: 2020

pagine: 164

I due saggi che qui si possono leggere sono dedicati a fatti che riguardano all'incirca un quinquennio di storia italiana, dal 1974 al 1978. I protagonisti di queste due storie sono intellettuali (Pier Paolo Pasolini), artisti (Andy Warhol e il suo circo), galleristi e critici d'arte rampanti (Luciano Anselmino, Achille Bonito Oliva), gruppi rock di fortune diseguali (dai Rolling Stones ai Gaznevada agli Skiantos). Sullo sfondo di volta in volta c'era un pubblico, una massa, dei giovani, delle "idee". A volte queste cose coincisero, o si provò a farle coincidere, a volte no. La prima vicenda riguarda una potenzialità inespressa. La seconda vicenda riguarda invece l'espressione di un'impotenza. In comune, le due storie dimostrano un'atrofia dei mezzi a fronte di una ipertrofia dei fini.
10,00

Due corna e una capanna

Michele Mainardi, Andrea Marchesi

Libro: Copertina morbida

editore: RIZZOLI

anno edizione: 2020

pagine: 208

A questo mondo, le mode tramontano, le abitudini si evolvono, i destini possono invertire la rotta da un giorno all'altro. Ma c'è qualcosa che non cambia dalla notte dei tempi, anzi prende sempre più piede: l'irresistibile pulsione a tradire il proprio partner "ufficiale". Lo sanno bene Andrea&Michele che su Radio DeeJay hanno condotto otto stagioni della rubrica Alta infedeltà, in cui gli ascoltatori - protetti da "anonimato garantito" - si abbandonavano a esilaranti racconti veri, anche se al limite dell'incredibile, delle loro scappatelle. Tuttavia, in queste esperienze - si sono accorti Andrea&Michele - non c'era solo da ridere. C'era anche tanta vita. Perciò hanno deciso di coinvolgere la sessuologa Nada Loffredi perché li aiutasse a capire che cosa scatti nella mente di un uomo o di una donna che "mette le corna", insomma perché lo fa. È nato così questo libro che raccoglie le migliori storie pervenute in radio - da Furgonara che si giostra tre amanti in un unico furgone a Idraulico Tappabuchi che non nega mai una prestazione fuori fattura, all'effervescente Cognatazza, capace di barcamenarsi fra Abele e Caino - e le restituisce nello stile inconfondibile della rubrica facendoci sbellicare dalle risate. Ma al tempo stesso ci porta a capire i reali motivi dell'infedeltà. C'è chi tradisce perché si sente ferito e vuol dare pan per focaccia. Chi sta vivendo la vita di un altro e cerca la propria vera identità. Chi è compulsivo. Chi ha stipulato un tacito accordo con il partner. Chi è narciso, e allora buonanotte. Insomma, con Andrea&Michele si ride, si ragiona e soprattutto si impara che, in ogni senso, è bene tenere sempre gli occhi aperti.
16,90

Una lettura perversa del film d'autore. Da «Psyco» a «Joker»

Slavoj Zizek

Libro: Copertina morbida

editore: MIMESIS

anno edizione: 2020

pagine: 280

Lynch e l'oscenità del reale, Tarkovskij e la Cosa, l'horror sociale del nuovo Joker di Todd Phillips. Chi se non ?i?ek poteva lanciarsi nell'impresa tanto folle quanto affascinante di "smontare" il cinema d'autore per osservarlo nel suo strato più profondo? Con l'irriverenza e la genialità che lo contraddistinguono, il filosofo sloveno mostra come il cinema sia teatro di una straordinaria esperienza del Sublime che, in quanto tale, non può essere colta appieno dalla critica. È nello sguardo che cinema, filosofia e psicoanalisi possono incontrarsi e comprendersi reciprocamente.Questa raccolta di saggi su alcuni dei registi più importanti della storia cinematografica ne è una dimostrazione. Introduzione di Damiano Cantone.
18,00

Il cinema tra le colonne. Storia, metodi e luoghi della critica cinematografica in Italia

Denis Lotti

Libro: Copertina morbida

editore: RUBBETTINO

anno edizione: 2020

pagine: 120

Da almeno un secolo, in Italia, coesistono esperienze eterogenee di critica cinematografica, che disegnano un percorso discontinuo tra passato e presente, tra stampa cartacea e Internet. Dopo un compendio di storia della critica, rivisitata dai pionieri sino ai giorni nostri, l'autore analizza metodi, forme e stili della recensione cinematografica prendendo in esame un ampio ventaglio di quotidiani, periodici, testate, blog e social network. In appendice è presente una antologia di testi scelti, esemplari della vivacità del dibattito italiano sul cinema dall'epoca del muto sino a oggi.
14,00

Giugno

Paolo Bontempo, Gianluca Dario Rota

Libro: Copertina rigida

editore: Sperling & Kupfer

anno edizione: 2020

pagine: 313

Se hai dodici anni, giugno è il mese più bello dell'anno. Dome, di questo, è profondamente convinto. Una volta levatosi l'impiccio della scuola, può girare libero per Longuelo - un insolito quartiere alla periferia di Bergamo, dove i palazzoni popolari si specchiano nelle piscine delle mega ville dei dintorni - e divertirsi insieme agli amici, un gruppo di teppisti che si ritrova allo skate park a fare casino. Stavolta, Dome e la sua gang hanno in programma di fare casino per davvero e decidono di lanciarsi nel business dei petardi. Il piano è semplice: comprare i botti, rivenderli e fare il cash. Purtroppo, però, qualcosa va storto e Dome si ritrova costretto a frequentare il CRE, ovvero il centro estivo della parrocchia, popolato solo da noiosi bravi ragazzi. Pian piano, in realtà, si rende conto che quei bravi ragazzi non sono poi tanto male e finisce per farsi incantare dagli occhi verdi di Laura, una ragazzina perbene che non potrebbe essere più diversa da lui. A quel punto, diviso tra lo skate park e l'oratorio, Dome farà di tutto per tenere separati i due mondi, che alla fine entreranno brutalmente in collisione. E giugno esploderà come il più potente dei petardi.
17,90

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.