Il tuo browser non supporta JavaScript!
Iscriviti alla newsletter

Libri di Antonio Pigliaru

Il banditismo in Sardegna. La vendetta barbaricina come ordinamento giuridico

Antonio Pigliaru

Libro: Copertina rigida

editore: Il Maestrale

anno edizione: 2021

pagine: 497

L'aspetto che più caratterizza l'indagine di Pigliaru è la appassionata analisi della dimensione esistenziale con cui 'l'uomo barbaricino' sperimenta la pluralità degli ordinamenti, nella cui rete si svolge la sua vita. La vendetta barbaricina come ordinamento giuridico è infatti anche e soprattutto un libro sulla «scelta» e si chiude, non a caso, con la parola «libertà». Un suo modo per ricordare che nessuno nasce (o quanto meno dovrebbe nascere) «col proprio destino sulle spalle». I risultati raggiunti dall'indagine sull'ordinamento barbaricino, che chiariscono ancora oggi molte dinamiche proprie delle comunità storiche della Sardegna, furono un punto di partenza per l'avvio di un progetto di riforme indirizzate a proporre alternative concrete rispetto alla cosiddetta «scuola alla macchia». La sua azione, in tal senso, fu fino alla fine un'opera di demolizione di ogni tentazione di chiusura, anche regionalistica, animata dal sincero proposito di creare autentiche possibilità di scelta, autentiche possibilità di libertà.
25,00 23,75

Struttura, soprastruttura e lotta per il diritto

Antonio Pigliaru

Libro

editore: Il Maestrale

anno edizione: 2012

pagine: 160

Struttura soprastruttura e lotta per il diritto, a cui Pigliaru inizia a lavorare tra il 1960 e il '61, propone una riflessione sui segnali che, in ambito giuridico, aiutano a verificare lo stato di una democrazia. Quando in uno Stato, formalmente democratico, emerge il tentativo di trasformare il diritto in mezzo di mantenimento, difesa e sviluppo di situazioni di potere costituito, la stessa democrazia è in pericolo. Antonio Pigliaru trascina il lettore laddove avverte che tali aspetti critici emergano con maggior nitidezza: nell'esperienza del diritto agrario, profondamente segnata in Italia dalle complesse relazioni tra proprietà e lavoro e tra consuetudine e legge.
13,00 12,35

La piazza e lo stato

Antonio Pigliaru

Libro: Copertina morbida

editore: Il Maestrale

anno edizione: 2012

pagine: 112

La piazza e lo stato nasce come riflessione attorno ai "fatti di luglio" 1960 quando, in diverse città italiane, una serie di episodi di lotta di piazza portarono alla caduta del governo Tambroni. Nel contempo si diede una risposta al tentativo provocatorio di convocare il V congresso del M. S. I. a Genova, città decorata di medaglia d'oro della Resistenza. Antonio Pigliaru in questo saggio si concentra sull'urgenza di un problema per lui centrale: quello del rapporto tra la piazza e lo Stato, a torto e a lungo considerato questione eccezionale, e ad oggi quanto mai d'attualità.
13,00 12,35

Meditazioni sul regime penitenziario italiano

Antonio Pigliaru

Libro: Copertina morbida

editore: Il Maestrale

anno edizione: 2010

pagine: 124

Opera di peso rilevante nella bibliografia di Antonio Pigliaru, il saggio "Meditazioni sul regime penitenziario italiano" compie cinquant'anni. Pubblicato per la prima volta nel 1954 sulla rivista Jus, esce in seguito, con qualche variante in veste definitiva, nel 1959. Pur essendo mutate, negli anni, la concezione della pena e del carcere, lo scritto conserva ancora un carattere d'attualità; trae origine da esperienze che hanno segnato in modo indelebile l'esistenza di Pigliaru, e rappresenta uno dei pilastri del pensiero di questo ispirato intellettuale.
13,00 12,35

«Promemoria» sull'obiezione di coscienza

Antonio Pigliaru

Libro: Copertina morbida

editore: Il Maestrale

anno edizione: 2010

pagine: 84

Elaborato fra il luglio 1966 e il febbraio 1967, "Promemoria" sull'obiezione di coscienza si inserisce nell'ampio dibattito apertosi qualche anno prima in Italia sulla liceità dell'obiezione di coscienza al servizio militare. Una questione acuta, ricca di implicazioni di carattere etico, politico e giuridico, disciplinata con un'apposita legge del Parlamento soltanto nel 1972. Ma anche un tema caldo, che riguarda principi, valori, visioni del mondo, regole di convivenza. Un problema cruciale, che pone domande radicali e investe lo stesso fondamento dello Stato democratico.
13,00 12,35

Persona umana e ordinamento giuridico

Antonio Pigliaru

Libro

editore: Il Maestrale

anno edizione: 2008

pagine: 240

13,00 12,35

L'eredità di Gramsci e la cultura sarda

Antonio Pigliaru

Libro

editore: Il Maestrale

anno edizione: 2008

pagine: 112

13,00 12,35

Il codice della vendetta barbaricina

Antonio Pigliaru

Libro: Copertina morbida

editore: Il Maestrale

anno edizione: 2006

pagine: 304

Partendo da una preparazione sociologica e giuridica e sulla base di indagini sul campo finalizzate allo studio del meccanismo della vendetta, Pigliaru riformula un vero e proprio "Codice della vendetta". Le norme di comportamento della società pastorale barbaricina, i suoi imperativi, vengono tradotti nel linguaggio giuridico proprio dei codici scritti. Lo studio illustra così quanto le leggi elaborate nell'ambito di una lunga tradizione orale, ispirate alla necessità di regolare la convivenza sociale, non manchino della stessa tensione giuridica che appartiene agli ordinamenti della civiltà colta.
10,00 9,50
10,00
11,00
12,91

Scritti sul fascismo

Antonio Pigliaru

Libro

editore: ETS

anno edizione: 1987

pagine: 160

9,30

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento