Il tuo browser non supporta JavaScript!

TSUNAMI

Il negromante del rock. Le origini dei Death SS

Gianni Della Cioppa, Steve Sylvester

Libro: Copertina morbida

editore: TSUNAMI

anno edizione: 2020

pagine: 256

Narrato dallo stesso Steve Sylvester con il prezioso aiuto del giornalista e scrittore Gianni Della Cioppa, "Il Negromante del Rock" è il racconto definitivo delle vicende che hanno portato alla nascita dei Death SS, la band heavy metal italiana. Tutte le verità sul folle viaggio del gruppo, anche le più inquietanti, sono in questo libro: uno sguardo senza veli tra sesso, magia, demoni e rock'n'roll, che parte dall'infanzia di Sylvester e arriva sino alla metà degli anni Ottanta, a quel drappo insanguinato che certificò la rinascita della band. Questa nuova edizione, riveduta e corretta rispetto a quella uscita originariamente nel 2011, si fregia di una nuova copertina e di alcune foto, anche a colori, mai pubblicate prima d'ora, oltre a numerose immagini inedite dell'epoca riesumate dall'archivio personale di Steve.
20,00

Bon Scott. La mia vita con il cantante degli AC/DC

Irene Thornton, Simone Ubaldi

Libro: Copertina morbida

editore: TSUNAMI

anno edizione: 2020

pagine: 247

Australia, 1971. Irene Thornton, una ragazza di Adelaide, incontra il cantante dei Fraternity, un gruppo piuttosto noto a livello locale. È un ragazzo di poco più grande di lei e si chiama Bon Scott. Tra i due scocca una scintilla, e nel giro di un anno sono già marito e moglie. Nel corso degli anni successivi, con Irene al proprio fianco come moglie e come amica, Bon Scott intraprenderà il suo percorso verso la notorietà prima con i Fraternity e poi con gli AC/DC, per diventare quella leggenda del rock che tutti conosciamo. Una strada difficile e costellata di privazioni e tensioni, che Irene ci racconta senza tralasciare o addolcire nulla: dai freddi inverni londinesi trascorsi insieme ai Fraternity, alle sbronze, le risse, la droga, i litigi, i sogni infranti e i demoni interiori sempre in agguato. Ma questa è anche la storia del suo legame speciale con un uomo fuori dall'ordinario, a volte difficile ma dal cuore grande, un intrattenitore e performer nato, e della musica che amava e lo ha portato a essere conosciuto in tutto il mondo insieme agli AC/DC. Il racconto di un artista al picco delle proprie capacità, e al contempo uno sguardo intimo sulle gioie e le fragilità di un uomo che è stato strappato al mondo troppo presto.
20,00

Guns N' Roses. Gli ultimi giganti del rock

Mick Wall

Libro: Copertina morbida

editore: TSUNAMI

anno edizione: 2020

pagine: 448

I Guns N' Roses sono sempre stati una band al di fuori del proprio tempo, gli ultimi veri giganti del rock. La compagine di teppisti capitanata da Axl Rose sembrava uscita di prepotenza dalla scena rock delle origini, quella dei tardi anni Sessanta, annaffiata da fiumi di alcol e circondata da ogni tipo di droga. Gente pericolosa, ciò che ogni gruppo dopo i Rolling Stones ha provato a essere senza riuscirci. "Vita come suicidio", era questo il motto della band ai tempi in cui vivevano tutti insieme a Los Angeles. Ed è proprio lì che Mick Wall li ha frequentati ed è diventato parte della loro ristrettissima cerchia, prima che uno screzio lo portasse a essere insultato da Axl nel celebre brano "Get In The Ring". Ma con questo libro Mick Wall vuole celebrare l'epopea dei Guns N' Roses come band e di Axl come frontman, raccontandone le vicende e dando loro il posto che meritano nella storia della musica: ovvero quello di una band straordinaria, senza rimorsi, che non guardava in faccia a nessuno e a cui non importava davvero niente di ciò che pensavano gli altri.
21,00

Revelations. Gli Iron Maiden dalle origini a Seventh son

Martin Popoff

Libro: Copertina morbida

editore: TSUNAMI

anno edizione: 2019

pagine: 256

Gli Iron Maiden sono il più grande gruppo metal di sempre. Anche chi è completamente a digiuno di musica hard'n'heavy ha sentito parlare di loro, in un modo o nell'altro. Forse non li ha mai ascoltati, ma di sicuro ha presente la mascotte Eddie che appare sulle copertine di ogni loro album. Sin dagli esordi, la band capitanata dal caparbio bassista Steve Harris si è imposta sulle scene grazie alla qualità musicale, show dal vivo al fulmicotone e una notevole attenzione per i testi e l'estetica. I loro album degli anni Ottanta hanno contribuito a plasmare e tenere vivo un genere diventando tutti dei classici, nessuno escluso. In Revelations, Martin Popoff ce li racconta nel suo stile inconfondibile, soffermandosi su ogni brano e raccontando segreti e retroscena di musiche, testi, registrazioni, artwork e concerti. Iron Maiden, Killers, The Number of the Beast, Piece of Mind, Powerslave, Live After Death, Somewhere in Time e Seventh Son of a Seventh Son sono sviscerati nel dettaglio, in uno sguardo che è al tempo stesso un'analisi e una celebrazione dell'epoca d'oro di questo gruppo capace ancora oggi di infuocare ogni palcoscenico.
22,00

I 100 migliori dischi Doom

Stefano Cerati

Libro: Copertina morbida

editore: TSUNAMI

anno edizione: 2019

pagine: 197

Doom, la parola inglese che identifica il fato, il destino avverso, è anche il nome di un genere musicale composto di tutti gli elementi che caratterizzano il lato più tetro sia della cultura albionica che di quella nordamericana. Ascoltare questo tipo di rock è come immergersi nei racconti di Arthur Conan Doyle, Edgar Allan Poe, Lord Byron e Mary Shelley: storie di castelli maledetti, orrori indicibili, antichi rituali, religioni occulte, maghi e chiese. Oppure muoversi nelle paludi della Louisiana, con un effetto più stregonesco e ipnotico, affondando le radici nella tradizione del blues. Un suono che è fatto per scavare a fondo negli angoli oscuri della natura umana e farci correre un brivido lungo la schiena, mentre i nomi suggestivi di alcune band come Paradise Lost, Cathedral, Candlemass o Electric Wizard preparano già l'ascoltatore alle sensazioni che potrà provare. "I 100 Migliori dischi doom" è un viaggio seguendo un fil noir che si dipana lungo gli album più significativi del genere, collegando antiche culture e tradizioni a sonorità dure e cupe, esaltando quel concetto di "paura" nel rock inventato dai padrini dell'heavy metal, i Black Sabbath.
18,00

Black Sabbath: Sabotage! I Black Sabbath negli anni Settanta

Martin Popoff

Libro: Copertina morbida

editore: TSUNAMI

anno edizione: 2019

pagine: 303

"Black Sabbath: Sabotage!" semplicemente l'analisi più approfondita che sia mai stata realizzata dei primi otto album dei padrini dell'heavy metal. Black Sabbath, Paranoid, Master of Reality, Vol 4, Sabbath Bloody Sabbath, Sabotage, Never Say Die! e Technical Ecstasy vengono sviscerati uno dopo l'altro, canzone dopo canzone, mentre Geezer, Bill, Tony e Ozzy ne illustrano i segreti, i testi, i motivi per cui quei brani sono ancora così importanti anche dopo decenni. Ma questo libro racconta anche sia le origini dei Black Sabbath che la storia dei loro primi dieci anni di attività, e quindi non mancano digressioni e dettagli sui problemi che la band ha dovuto affrontare (che fossero di natura economica, con i loro manager, oppure con alcol e stupefacenti vari) e nemmeno aneddoti riguardanti la vita in tour, le copertine, le registrazioni dei dischi... insomma, tutto ciò che serve per catapultarci come si deve nel cuore di quell'epoca e di quegli album, per ascoltarli di nuovo come se fosse la prima volta.
22,00

Route 69. Il 1969 a 33 giri

Mox Cristadoro

Libro: Copertina morbida

editore: TSUNAMI

anno edizione: 2019

pagine: 240

1969. Un'annata magica: simultaneamente "termine" e "preludio" per due decadi fondamentali nella storia del costume, dell'arte e della società del ventesimo secolo. Nella sua cronologia ritroviamo sorprendenti raduni (Woodstock e Altamont in USA o Hyde Park a Londra), il primo approdo umano sulla Luna, l'e erato delitto di Beverly Hills per mano della Manson Family che sconvolse l'America e il mondo intero, la strage di Piazza Fontana a Milano; poi l'uscita in edicola di Alan Ford e il Gruppo TNT, o l'esordio del Mistero Bu o del premio Nobel Dario Fo,... mentre al cinema si consacra Easy Rider, come emblema dei road movie. Un resoconto del periodo attraverso la pubblicazione di un'incommensurabile serie di dischi epocali, o comunque degni dello status d'immortalità in virtù di enormi dosi d'innovazione e indiscutibile fascino, grazie ai quali si (ri)scoprono indelebili tracce appartenenti ai più svariati linguaggi musicali.
19,00

Megadeth. So far, So good... gli anni d'oro

Martin Popoff

Libro: Copertina morbida

editore: TSUNAMI

anno edizione: 2019

pagine: 191

I Megadeth non necessitano di troppe presentazioni. Nati nel 1984 per mano del carismatico, talentuoso e soprattutto irascibile Dave Mustaine all'indomani del suo brusco allontanamento dai Metallica, rappresentano uno dei gruppi di punta non solo dell'ondata thrash, ma di tutto il metal in generale. In questo volume Martin Popoff ripercorre gli anni d'oro della band dagli esordi sino alla fine di quella che è stata la sua incarnazione più duratura, analizzando nel dettaglio assolute pietre miliari del genere come Killing Is My Business... And Business Is Good!, Peace Sells... But Who's Buying?, So Far, So Good... So What!, il capolavoro immortale Rust In Peace, il campione di incassi Countdown To Extinction, Youthanasia e Cryptic Writings, condendo il tutto con aneddoti di prima mano, informazioni e curiosità di ogni tipo. Dave Mustaine aveva giurato di rivalersi sui Metallica formando una band che fosse più veloce e più tosta di loro. Se ci sia o meno riuscito sta a chi ascolta deciderlo, ma di certo con i Megadeth ha concretizzato una propria visione del metal assolutamente tecnica, innovativa, d'impatto e memorabile, entrando a tutti gli effetti nella leggenda.
19,00

Cured. Storia di due imaginary boys

Lol Tolhurst

Libro: Copertina morbida

editore: TSUNAMI

anno edizione: 2019

pagine: 303

Lol Tolhurst e Robert Smith sono sempre stati degli outsider sin da ragazzini, quando erano tra i primissimi punk della piccola cittadina di provincia di Crawley. Legati da un forte amore per la musica, hanno formato una band e iniziato a esibirsi nel circuito dei pub locali, sviluppando allo stesso tempo uno stile e delle sonorità uniche e personali. Nascono così i The Cure, leggende del post-punk e tra le band più importanti del rock britannico di tutti i tempi. I loro brani, spesso accessibili e accattivanti, sono anche fortemente sovversivi per come hanno sfidato ogni pregiudizio legato al pop e al rock a partire dagli stereotipi di genere, ispirando più di una generazione di fan e l'estetica di un'intera sottocultura. "Cured. Storia di due imaginary boys" non è solo l'unico resoconto visto dall'interno dei primi anni del gruppo, ma anche uno sguardo rivelatore sull'evoluzione artistica dell'enigmatico Robert Smith, l'iconico cantante-chitarrista-compositore che è la vera anima dei The Cure: un personaggio fortemente ribelle, sensibile, tenace e spesso sorprendentemente "normale", un impavido anticonformista capace di creare un proprio linguaggio musicale tramite cui esprimere il suo talento. Ogni storia ha però un lato oscuro: nel vortice del notevole successo dei The Cure, il batterista e tastierista Lol Tolhurst stava infatti alimentando un alcolismo che avrebbe finito per fargli perdere prima il posto nella band, e poi quasi la vita...
22,00

Rush. 1974-2004. I primi trent'anni

Jon Collins

Libro: Copertina morbida

editore: TSUNAMI

anno edizione: 2019

pagine: 319

Questo libro racconta i primi 30 anni di attività dei Rush, partendo dalle prime esperienze con gli strumenti sino ad arrivare al tour commemorativo R30, che li ha portati ancora una volta a girare il mondo. Con alle spalle una carriera pluridecennale e milioni di dischi venduti, i Rush sono sempre stati considerati un caso più unico che raro nel panorama musicale mondiale. Pur non incarnando il classico stereotipo da rockstar, e nonostante una storia personale costellata da eventi tragici che li hanno quasi portati sull'orlo dello scioglimento, i tre canadesi sono riusciti a conseguire un enorme successo senza mai scendere a compromessi con la propria musica e senza rinunciare all'evoluzione e all'originalità che da sempre ne costituiscono il marchio di fabbrica.
20,00

Nine Inch Nails. Niente mi può fermare

Giovanni Rossi

Libro: Copertina morbida

editore: TSUNAMI

anno edizione: 2019

pagine: 525

I Nine Inch Nails di Trent Reznor, geniale e visionario artista, hanno tracciato le coordinate di un nuovo modo di coniugare rock ed elettronica. Dalla pietra miliare The Downward Spiral all'Oscar per la colonna sonora di The Social Network, dal progetto How To Destroy Angels al lungo sodalizio compositivo con Atticus Ross, il libro ripercorre l'avventura di Trent Reznor attraverso una lunga e minuziosa raccolta di informazioni e materiale inedito e, oltre a quella dello stesso Reznor, alle voci di tutti coloro che hanno incrociato le proprie strade con lui, da David Bowie a Dr.Dre, da David Lynch a Marilyn Manson, da Rick Rubin a Roger Waters. Per questa nuova edizione, che conta ben sei capitoli aggiuntivi, Giovanni Rossi ha preso in esame tutti i lavori e le collaborazioni di Trent Reznor degli ultimi otto anni, riconfermando il primato di libro più completo al mondo sull'ormai leggendario artista americano.
20,00

I 100 migliori dischi hard rock 1980-2015. Gli anni di bronzo

Gianni Della Cioppa

Libro: Copertina morbida

editore: TSUNAMI

anno edizione: 2018

pagine: 168

Dopo aver setacciato l'età dell'oro, quel fertile lasso di tempo compreso tra la fine degli anni '60 e buona parte dei '70, che ha dato i natali all'hard rock (e molto altro!), Gianni Della Cioppa torna sul luogo del delitto per completare l'opera e analizzare i decenni successivi, scovando 100 dischi che hanno mantenuto alto l'onore del rock duro. E così, tra lunghe criniere al vento, chitarre infuocate, batterie indiavolate e cantanti stalloni, tornano a galla moltissimi album che il tempo ha certificato come fondamentali. Scopriamo quindi che anche in piena tempesta metallica, nel vortice del grunge, nell'assalto del crossover e del rap e di tutto ciò che ha caratterizzato e proposto la musica popolare in questi ultimi 35 anni, l'hard rock non ha mai smesso di offrire dischi di valore assoluto, capaci di donare lustro a un genere che, per sua caratteristica naturale, fa dell'energia e del coinvolgimento emotivo le sue armi migliori. Dice l'autore: "Pur con la consapevolezza che dopo gli anni '70 nulla poteva essere più inventato, e che persa l'attitudine a improvvisare si è preferito pigiare il tasto della potenza, ho pensato che fosse giusto rendere merito a quei gruppi e dischi che hanno immolato la propria vita artistica per mantenere alto l'onore di un genere musicale che a un certo punto sembrava morente e che invece aveva, e ha ancora, molto da dare alla musica". Con il consueto stile diretto e passionale, l'autore ci accompagna in un universo meno esplorato rispetto agli anni '70, ma altrettanto fertile e interessante, muovendosi a zig-zag tra nomi famosi e gemme di culto, rafforzando la convinzione che l'hard rock sia senza dubbio uno dei generi più longevi e floridi della storia.
18,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.