Il tuo browser non supporta JavaScript!
Iscriviti alla newsletter

RUBBETTINO

Una vittoria mutilata? L'Italia e la Conferenza di Pace di Parigi

Paolo Soave

Libro: Copertina morbida

editore: RUBBETTINO

anno edizione: 2020

pagine: 158

La Conferenza di Pace di Parigi del 1919 doveva culminare il ciclo storico italiano avviatosi con il Risorgimento. Nel disegno degli uomini che avevano condotto il Paese alla guerra, in base al Patto, di Londra il Regno d'Italia avrebbe dovuto ottenere lo status di Grande Potenza e rafforzarsi sul piano interno scongiurando ipotesi rivoluzionarie. Tuttavia, già dall'ottobre 1918 Gabriele D'Annunzio aveva iniziato a parlare di "vittoria mutilata" trovando crescente seguito nell'opinione pubblica sino all'impresa di Fiume. Se in guerra i rapporti con gli alleati erano stati ambigui, cessate le ostilità la dipendenza economica del Regno d'Italia dalle maggiori potenze risultò accentuata. Fra gli errori della delegazione guidata da Orlando e Sonnino, e l'ostilità degli altri vincitori, la "vittoria mutilata" distorse la percezione dei risultati di guerra, contribuì alla definitiva delegittimazione dell'élite liberale e alla debolezza generale della pace.
14,00 13,30

Sicurezza e intelligence nel Regno Unito del Novecento

Stefano Bonino

Libro: Copertina morbida

editore: RUBBETTINO

anno edizione: 2020

pagine: 134

Quali sono state le minacce alla sicurezza interna britannica nel Novecento? Quali attori hanno cercato di destabilizzare l'ordine sociale e politico del Regno Unito? Quali sono state le risposte dell'apparato di sicurezza? Queste sono le domande cui si propone di rispondere il presente volume attraverso una ricerca storica, politologica e criminologica. Mediante l'utilizzo di un'imponente letteratura accademica, di documenti desecretati dalla polizia e dal Ministero dell'Interno e di articoli di quotidiani si analizza l'operato dei servizi segreti interni e della polizia segreta nel monitorare, depotenziare e neutralizzare sia movimenti di estrema sinistra e/o radicali che presentavano un rischio di violenza politica, eversione e disordine pubblico, sia individui che si macchiavano di spionaggio e di tradimento. Sullo sfondo emerge come le attività sotto copertura e di intelligence siano fondamentali nel mantenere lo status quo e nel difendere lo Stato dai suoi nemici. Prefazione di Mario Caligiuri.
14,00 13,30

Alle origini della nuova 'ndrangheta. Il 1980. Le reazioni del PCI e le connivenze della politica e della magistratura

Enzo Ciconte

Libro: Copertina morbida

editore: RUBBETTINO

anno edizione: 2020

pagine: 208

La Calabria del 1980 è una regione dove succedono tante cose. C'è una trasformazione della 'ndrangheta, una mutazione dei suoi caratteri originari che erano legati al mondo agricolo. Oramai la mafia calabrese ha molti interessi in città e nel campo dell'edilizia, partecipa al contrabbando delle sigarette estere, al traffico di droga, ai sequestri di persona. Adesso è arrivato il tempo di avventurarsi nei marosi dell'economia e di affrontare in termini nuovi il rapporto con la politica. I mafiosi tentano di affrancarsi dal vassallaggio con la politica e candidano propri rappresentanti al Consiglio regionale e al Consiglio comunale di Reggio Calabria. Muta il rapporto con i partiti: il Pci entra nel mirino dei mafiosi che uccidono rappresentanti autorevoli di questo partito nel giro di una manciata di giorni: Peppe Valarioti a Rosarno e Giannino Losardo a Cetraro. Cos'è la 'ndrangheta: frutto di arretratezza o di modernizzazione? Su questo interrogativo si scontrano il Pci e la corrente del Psi facente capo a Giacomo Mancini. È un anno che vede emergere posizioni diverse dentro la magistratura dove c'è uno scontro tra vecchio e nuovo, e dentro la Chiesa dove accanto al prete-padrone di Africo don Stilo c'è la Chiesa di don Natale Bianchi e gli appelli di monsignore Agostino vescovo di Crotone e di monsignore Sorrentino vescovo di Reggio. Infine, c'è tutta la questione sociale con il fallimento del pacchetto Colombo e le crisi industriali dal Quinto centro siderurgico a Gioia Tauro, alla Sir di Lamezia Terme, alla Liquichimica di Saline Joniche.
15,00 14,25

«La malattia filosofica» ed altri scritti

Eugenio Colorni

Libro: Copertina morbida

editore: RUBBETTINO

anno edizione: 2020

pagine: 262

"La risposta [di Eugenio ad una domanda di Ursula sull'esistenza di "circoli concentrici" di spiegazione della realtà (7 giugno 1939)] è questa: che la malattia filosofica è più difficile a estirpare che si creda, e che si annida nei luoghi e nelle persone più impensate [...]. Tutte queste spiegazioni concentriche, sono appunto le 'filosofie'. Ciascuna coerente in sé, ciascuna 'vera' da un certo punto di vista, ciascuna 'bella', 'soddisfacente', 'abitabile'; a volte 'entusiasmante' [...]. Nessuna meraviglia se riescono, soddisfacenti, calmanti, coerenti. Ora prendi ciascuno di questi circoli concentrici, e domandati: che cosa serve, oltre che a darmi tutte queste belle soddisfazioni? E allora vedi che quella bella concentricità e coerenza si spezza, e ciascuno di questi circoli si rivela non più un tutto chiuso in se stesso, ma qualche cosa di staccato, di frammentario. La dialettica serve ad interpretare alcuni fatti dello spirito e alcuni fenomeni storici, e basta [...]. La psicologia analitica serve a guarire certe malattie nervose e a capire certi processi mentali anche dell'uomo sano: e basta [...]. Kant aiuta la fisica a maneggiare a modo suo il tempo e lo spazio e la causalità. E non serve a nient'altro. Mi domandi se anche io mi inquieto constatando con che facilità il nostro pensiero pensa per analogie che poi prende per fatti. E come, se me ne inquieto! Me ne inquieto da dodici anni e appena adesso comincio trovare il bandolo della matassa".
18,00 17,10

Il cinema tra le colonne. Storia, metodi e luoghi della critica cinematografica in Italia

Denis Lotti

Libro: Copertina morbida

editore: RUBBETTINO

anno edizione: 2020

pagine: 120

Da almeno un secolo, in Italia, coesistono esperienze eterogenee di critica cinematografica, che disegnano un percorso discontinuo tra passato e presente, tra stampa cartacea e Internet. Dopo un compendio di storia della critica, rivisitata dai pionieri sino ai giorni nostri, l'autore analizza metodi, forme e stili della recensione cinematografica prendendo in esame un ampio ventaglio di quotidiani, periodici, testate, blog e social network. In appendice è presente una antologia di testi scelti, esemplari della vivacità del dibattito italiano sul cinema dall'epoca del muto sino a oggi.
14,00 13,30

Italia.Next. Innovazione e creatività, il ruolo dei giovani per l'Italia di domani

Andrea Chiappetta

Libro: Copertina morbida

editore: RUBBETTINO

anno edizione: 2020

pagine: 104

Con la quarta rivoluzione industriale, le nuove tecnologie accrescono la sinergia tra mondo digitale, realtà fisica e persona umana: una trasformazione in cui l'uomo si trova al centro di un cambiamento epocale, che potenzia la sua azione, crea opportunità immense e genera nuovi paradigmi che ridisegnano la vita quotidiana, i rapporti interpersonali, lo stile di vita e di lavoro. Il libro affronta tematiche connesse all'Italia di domani ed ai temi sulla situazione italiana e come questa è vista dalle nuove generazioni, il ruolo geopolitico, l'importanza della formazione, il lavoro di oggi e di domani, l'impatto del fisco sulle imprese e la pubblica amministrazione fino alla democrazia digitale. Filo rosso che conduce l'analisi è il ruolo della tecnologia e dell'innovazione e come queste possano contribuire a migliorare il nostro Paese e il futuro post Coronavirus. Prefazione di Franco Frattini. Introduzione di Giuseppe Procaccini. Postfazione di Paolo Messa.
10,00 9,50

Peperoncino. Storia, botanica, medicina, gastronomia, segreti e misteri della spezia più amata del mondo

Enzo Monaco

Libro: Copertina morbida

editore: RUBBETTINO

anno edizione: 2020

pagine: 334

Sono milioni in tutto il mondo gli innamorati del peperoncino. Insaporisce le pietanze, mette allegria e fa bene alla salute. Ma da quanto tempo l'uomo lo conosce? Da dove è arrivato in Europa? Quante varietà ci sono? Si può coltivare in casa? Perché è piccante? Come si misura e come si spegne il bruciore? Qual è il consumo giusto? Per accendere l'eros bisogna mangiarlo o "cospargerlo sulle parti"? Come lo celebrano gli artisti e i poeti? È vero che combatte il dolore e il cancro? Scaccia veramente il malocchio? Quando compare nei primi ricettari? A queste e a tante altre domande risponde "Peperoncino" di Enzo Monaco, calabrese doc, appassionato amante del diavolillo, da vent'anni presidente dell'Accademia del peperoncino. Una vera e propria Bibbia, per sapere tutto sulla spezia più amata del mondo. Con cento ricette d'autore, le preferite da Totò, Eduardo, Hitchcock, Armstrong e Ancel Keys. Assieme ai reportage dei Festival più belli d'Europa. E per approfondire, gli interventi degli esperti più famosi del mondo, da Fernando Cabieses a Dave De Witt, il Papa del peperoncino. Tutto in trecentotrentasei pagine. Con centinaia di fotografie a colori. Prefazione di Amedeo Alpi.
14,90 14,16

Lettere alla moglie di Hagenbach

Giuseppe Aloe

Libro: Copertina rigida

editore: RUBBETTINO

anno edizione: 2020

pagine: 196

Al criminologo di fama internazionale Flesherman, viene diagnosticata una forma di demenza senile. «Prima o poi sfocerà in Alzehimer» dice il medico. La risonanza emotiva di questa notizia criminis non è la stanzialità, ma la lontananza. Flesherman va a Berlino sulle tracce del cadavere di Rosa Luxemburg, e qui apprende la notizia della scomparsa dello scrittore Hagenbach. Decide così di dedicarsi alla ricerca dello scrittore come un detective che perde pezzi di pensieri, che parla con i cartelloni pubblicitari, che vaga per città e paesi di mare, cercando una scomposta linea geografica che lo possa portare ad Hagenbach, e che lo riavvicini a una specie di morbidezza della vita.
16,00 15,20

Rassegna storica del Risorgimento (2019). Vol. 1-2

Libro: Copertina morbida

editore: RUBBETTINO

anno edizione: 2020

pagine: 182

"Sono ricerche di giovani studiosi e studiose che collocano l'esperienza risorgimentale in un contesto metodologico ampio, aperto al dialogo internazionale, sensibile a orizzonti analitici che negli ultimi decenni hanno mostrato tutta la loro importanza: la storia politica, certo; la storia sociale, senza dubbio; ma anche la storia culturale, la storia di genere, la storia intersezionale, la storia dei media. Qui non si tratta tanto di essere up to date. Si tratta di dotarsi di quegli strumenti che consentano di capire il Risorgimento in tutti i suoi aspetti: seriamente, senza retoriche celebrative, senza squilli di trombe e rulli di tamburi, inserendolo in un quadro geografico largo e temporale lungo come quello euro-atlantico dell'età delle rivoluzioni e delle controrivoluzioni. Questo è un processo di rinnovamento metodologico che ha avuto luogo in tutti i campi di ricerca internazionalmente riconosciuti, dalla storia antica, alla moderna, alla contemporanea: è ora che anche una rivista - come RSR - se ne faccia portavoce. E da questo punto di vista la nuova rubrica che dà conto dei molti cantieri di ricerca aperti è una promessa di futuro, per la freschezza dei temi e la giovane età di chi li sta esplorando".
18,00 17,10

La crisi sociale del nostro tempo

Wilhelm Röpke

Libro: Copertina morbida

editore: RUBBETTINO

anno edizione: 2020

pagine: 420

Ne "La crisi sociale del nostro tempo" (1942), accanto al nesso tra basi morali e società libera, Wilhelm Röpke evidenzia l'importanza delle istituzioni politiche e il ruolo rilevante dello Stato, all'interno di un'articolazione politica fortemente decentrata e in un contesto europeo di tipo federalista. L'Autore, alla ricerca di un assetto istituzionale di tipo plurarchico, delinea i contorni di «uno Stato che sa tracciare esattamente il limite tra l'agendum e il non agendum», tra ciò che è conforme alla libertà degli individui e ciò che non lo è. Un arbitro robusto, il cui compito non è né di prender parte al gioco né di prescrivere ai giocatori tutte le mosse, ma di garantire, con assoluta imparzialità e incorruttibilità, la più stretta osservanza delle regole del gioco e della correttezza. Un ruolo per lo Stato che sia forte ma non affaccendato.
28,00 26,60

Oltre la vetta

Lino Cangemi

Libro: Copertina morbida

editore: RUBBETTINO

anno edizione: 2020

pagine: 130

Un'esperienza coinvolgente, un racconto biografico, intimo, costruito su sentimenti squisitamente personali, ma non solo: la scalata del Tilicho Peak, vetta himalayana di 7.134 metri. La vicenda qui narrata è un esempio formidabile di come le "strade", ideali, valoriali, emotive e fisiche, cambino le persone e, insieme a loro, le comunità in cui queste sono inserite, a prescindere dalle vittorie o dai fallimenti, dalla riuscita o meno di una spedizione. Questo è il piano su cui si dipana l'opera di Lino Cangemi e proprio su questo piano il suo mutare diventa fatto sociale, coinvolgente e contagioso. Un diario di viaggio che contiene più relazioni umane di quanto si possa pensare. È uno specchio che assorbe singoli protagonisti e restituisce comunità. C'è l'io e c'è il noi in questo volume. C'è il valore collettivo dell'impegno. Prefazione di Antonino Raso.
13,00 12,35

Dalla dominazione bizantina allo Stato normanno. Assetti religiosi, strutture economiche e sociali

Antonio Macchione

Libro: Copertina morbida

editore: RUBBETTINO

anno edizione: 2020

pagine: 272

Il passaggio dalla dominazione bizantina allo Stato normanno, alla luce della nuova stagione storiografica e delle crescenti acquisizioni documentarie, apre nuovi scenari di ricerca che consentono di focalizzare meglio l'attenzione sulle istituzioni monastiche italo-greche e su quelle latine, sull'organizzazione degli assetti carismatici e sulla complessità dei rapporti politici, sulla vitalità delle componenti etniche e della società nel Mezzogiorno medievale. Stigmatizzandone, allo stesso tempo, il mutamento sociale e culturale dei secoli X-XIII e il complesso tema dell'integrazione tra le diverse popolazioni dell'Italia meridionale che hanno concorso alla formazione di una società plurale. Solo la conquista normanna, infatti, assicurò loro unità politica e consentì la sperimentazione di nuovi assetti amministrativi e lo sviluppo della signoria fondiaria che si rivelò essere il principale strumento per l'organizzazione delle campagne e motore del processo economico.
18,00 17,10

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento